Stefania Orlando, dobbiamo conoscerci meglio.

Ero arrivata nel suo ufficio piena di entusiasmo. Finalmente, pensavo, un grande
della tv mi affida una trasmissione tutta mia. Ma quando lo ebbi davanti, con suo sorriso beffardo e lo sguardo viscido, compresi che era una trappola. Mi chiese di spogliarmi. Altri Qui, Qui, Qui,
 svanity.blogspot(Contrariamente a quanto ha riportato il settimanale GENTE (tanto per non smentirsi...MAI!), la showgirl e conduttrice televisiva Stefania Orlando con una lettera inviata al sito delle fotocopie, cioè Dagospia, contenente la seguente dichiarazione:"A tale proposito, tengo a precisare che le mie recenti dichiarazioni apparse sul settimanale "Gente" e su una serie di quotidiani a tiratura nazionale riguardanti l'increscioso episodio da me riportato non riguardavano e non riguardano in alcun modo funzionari dell'azienda RAI"E non a caso questo blog, unico in Italia, ha avuto il coiraggio il profilo del "vecchio porco" dopo averne scoperto l'identità, ed aver appreso chi era stato colui che aveva fatto le sue "avences" da maniaco sessuale represso sulla bella Stefania Orlando, ed aveva scritto tutto ciò sin dal principio, precisando che non era un dirigente RAI. Ma evidentemente, in questo mondo, non tutti hanno il coraggio delle proprie azioni. Salvo rare eccezioni.... Ah quanto sarebbe stato bello per ognuno di noi svegliarsi la mattina e poter dire a sè stessi: stanotte ho avuto un sogno, guardavo la televisione ed ho visto un panzone, con il suo sorriso nascosto sotto i baffetti, il collo incassato nella solita camicia con i fiocchi).
lavorare insieme, disse, dovevamo conoscerci intimamente». Stefania Orlando, 37 anni, per una lunga stagione soubrette di Piazza Grande, con Michele Guardì, moglie separata di Andrea Roncato e figlia di un noto avvocato romano, comincia così un doloroso racconto, concesso a Gente in esclusiva, sugli scabrosi compromessi sessuali che una giovani di talento deve accettare se vuole fare carriera in tv.Free Image Hosting at www.ImageShack.us «Se ricordo l’imbarazzo e la vergogna di quel colloquio con un uomo che avevo stimato fin da quando ero ragazzina, mi viene da piangere, proprio come accadde allora», continua Stefania. «Dopo anni di gavetta, mi sentivo davanti a un bivio: accettare una relazione clandestina, con uno che non mi piaceva affatto, per avere un programma di successo, oppure correre il rischio di uscire dal giro. Ci pensai, valutai anche la possibilità di fingere un interesse che non esisteva, ma il disgusto fu troppo forte: mi venne una specie di nausea che, in seguito, mi ha perseguitato per settimane.Insomma, evitai di mandare al diavolo il potente di turno, ma il mio rifiuto ebbe lo stesso effetti immediati. Qualche ora più tardi, appresi da un dispaccio di agenzia che ero stata sostituita da un’altra soubrette alla conduzione di quel programma». Ad alzare il sipario sul malcostume vigente nella Rai del precedente governo polista è stata l’inchiesta della Procura di Potenza, i cui atti sono stati trasmessi a Roma, per competenza, visto che i reati sessuali di cui sono accusati Salvatore Sottile, portavoce di Gianfranco Fini e altri politici dai nomi tuttora top secret, sarebbero stati commessi nelle sedi di prestigiosi ministeri (come la Farnesina, sede degli Esteri o palazzo Chigi). Sarà, dunque, la procura di Potenza a valutare, entro la fine di giugno, il profilo penale di ogni forma d’abuso. Non si escludono, comunque, nuovi filoni d’indagine, che potrebbero coinvolgere giovani bellezze del piccolo schermo, oltre a Elisabetta Gregoraci e Maria Monsè. Monsè contro Gregoraci. Tirata in ballo dalle intercettazioni (in cui si parla di lei in termini non proprio lusinghieri, tipo «bella porcella!»), Maria, coadiuvata dal marito Salvatore Paravia, annuncia querele e prepara un memoriale in cui racconta tutti i dettagli e la sua estraneità ai fatti. La Monsè, secondo quanto siamo in grado di anticipare, chiamò Sottile, perché, dopo essere stata cercata insistentemente per partecipare al reality di Raiuno Ritorno al presente, venne sostituita, in extremis, proprio dalla Gregoraci. Maria si rivolse a Sottile, stando alle indiscrezioni, in quanto le avevano riferito che la firma del suo contratto era stata pesantemente ostacolata da ambienti vicini ad An. «Mi
 Free Image Hosting at www.ImageShack.usFree Image Hosting at www.ImageShack.usFree Image Hosting at www.ImageShack.usvenne comunicato che Elisabetta avrebbe preso il mio posto», dichiarò la Monsè. «Ciò mi dispiacque molto».  In viale Mazzini narrano di ragazze bellissime mandate a prendere da autisti compiacenti per essere condotte nelle stanze del potere, dove
avrebbero offerto prestazioni sessuali a politici di alto rango. «In alcuni ambienti se non ti mostravi pronta ad avere relazioni intime con gli uomini di potere, non riuscivi a chiudere un contratto», racconta Stefania Orlando. «Funziona in questo modo fin dai primi provini. Io sono stata fortunata perché, facendo l’agente immobiliare, ho iniziato per caso incontrando Duilio Simonelli, il capo dell’ufficio casting di Mediaset, che mi portò da Corrado. Ma spesso i provini sono devastanti per una ragazza di belle speranze: entri nella stanza del produttore, o del funzionario, in jeans e ne esci seminuda, perché ti chiedono, pure quando non è necessario, di spogliarti. Ci sono storie terribili: studentesse che hanno subìto ricatti sessuali sentendosi dire “ci faremo vivi noi”, poi silenzio; altre che hanno sopportato telefonate erotiche a tutte le ore per compiacere il potente che doveva procurare loro una comparsata in tv».

Ma chi è il tipo d'uomo che fa per la Orlando? Dopo Andrea Roncato, con cui sono talmente fratelli da andare in vacanza con lui e la sua nuova compagna, così dichiara il Roncato, ecco cosa ci dice la Orlando:
S' ACCENDONO LE LUCI SULLE NOTTI DI PARMA RAGAZZE A GOGO' , COCAINA E

Repubblica — 09 ottobre 1988 pagina 18 sezione: CRONACA
PARMA E' una ragazzina che ha compiuto da poco i 18 anni a coinvolgere il comico Andrea Roncato (metà del duo Gigi & Andrea) nei coca party a luci rosse della bassa Padana. Ma non è la stessa ragazzina che ha svelato alla Squadra mobile di Parma i retroscena di alcune altre feste molto private che si tenevano, dopo l' orario di chiusura, in alcuni locali notturni in Emilia e in Lombardia. E' un' altra delle go-go girl che l' agenzia Studio tre offriva alle discoteche, ma anche ai ricchi rampolli della Parma-bene per movimentare festicciole dalle forti emozioni. Una casa di campagna per le festicciole A una di queste feste organizzata nella casa di campagna di Ivan Vellutini ha raccontato la ragazzina alla polizia c' era anche Andrea, e in quell' occasione ha tirato fuori un po' di coca e l' ha offerta. Vero? Falso? Tanto è bastato alla Mobile per aggiungere il nome di Roncato Andrea alla lista contenuta nel rapporto spedito nei giorni scorsi alla magistratura. Andrea comunque si fa sapere negli ambienti giudiziari non è stato raggiunto da alcun provvedimento. C' è insomma solo la denuncia della questura e ieri a Parma si mormorava che la ragazza sarebbe decisa a ritrattare tutto. Il comico ha saputo dell' accusa di quella che forse aveva scambiato per una sua fan, ieri mattina, scorrendo i giornali nella stanza dell' Hotel Appia Antica di Corato nelle Puglie dove da quaranta giorni, insieme a Elena Sofia Ricci, è impegnato sul set de La Controra, il nuovo film di Luciano Odorisio. Impossibile parlargli, anche se pare che stia rientrando a Bologna. Una persona dello staff si è limitata a dire: E' allucinante, assurdo. Comunque non posso dire niente. Stiamo valutando la situazione, anche perché non ne sappiamo un gran che. Andrea farà una dichiarazione appena i contorni della vicenda saranno più chiari. A Parma intanto la gente ha accolto con fastidio l' esplosione di questa ennesima vicenda a luci rosse. Non è possibile si dice in piazza Garibaldi che si parli di Parma solo in questi casi. Prima la Tamara (Baroni), poi la Katharina (Miroslawa) e adesso questa storia dei coca party. Parma è una città come le altre!. Sarà, ma intanto, grazie a due confessioni lunghe 25 pagine e che dedicano ad Andrea Roncato solo poche righe, sono finite in carcere tre persone e altre cinque sono state denunciate a piede libero. Tra quelli finiti in manette ci sono due personaggi molto noti a Parma. C' è Ivan Vellutini, titolare di una piccola catena di negozi di abbigliamento in pelle e organizzatore di feste che qualcuno non esita a definire memorabili. C' è Raul Schianchi, titolare di uno dei locali più inn del centro, il Bistrò. In libertà c' è invece Attilio Mazzoli, cui fa capo la Studio tre, l' agenzia in grado di offrire a discoteche e locali notturni ballerine, go-go girl, ma anche qualcosa in più, stando alle accuse. L' offerta della Studio tre, dicono in questura, comprendeva anche uno spettacolo extra, per gli amici, da mettere in scena dopo l' ora di chiusura del locale. Si parla per esempio di un bizzarro concorso, l' elezione di Miss Doccia: i clienti prima potevano divertirsi a bagnare le ragazze che sfilavano in pista, mentre poi il divertimento continuava con un' asciugatura ravvicinata. Per le Miss, oltre al normale cachet, c' era un extra, tra le 50 e le 90 mila lire. Il passo successivo era la prostituzione vera e propria. A tutto, sempre secondo le accuse della Mobile, pensava l' agenzia che tratteneva una percentuale intorno al quaranta per cento. Tutte balle! ha commentato ieri Attilio Mazzoli E' tutta colpa di due balorde. Guardi, non posso parlare perché l' avvocato me l' ha vietato, altrimenti ne avrei delle belle da raccontare.... - dal nostro inviato ALDO BALZANELLI




Stefano Ricucci furibondo: la storia con la Orlando tutta una montatura
17/10/2007 Questa volta ad essersi arrabbiato è Stefano Ricucci che smentisce il flirt con la showgirl Stefania Orlando dichiarato sul settimanale Novella Duemila di qualche giorno fa. Secondo il settimanale la Orlando, ex moglie di Andrea Roncato, rivelava che Stefano Ricucci, sarebbe potuto essere il suo tipo d’uomo “se non fosse stato sposato con Anna Falchi” e dichiarava: "Stefano è molto sensibile al fascino femminile. In più, essendo in questo periodo single, si lascia andare a complimenti. E di complimenti me ne ha fatti parecchi, ma da questo a dire che mi sta corteggiando...".
Ma Stefano Ricucci furibondo ribatte al TgCom: "Io e la Orlando ci conosciamo appena ed è assolutamente falso che io la stia corteggiando. E' stato pubblicato un fotomontaggio. La sola cosa vera è che entrambi frequentiamo il centro benessere dell'Hilton. Quando la incontro la saluto: i nostri rapporti finiscono qui".
E ribadisce: "Solo a parlarne mi agita. E' stata montata una storia che ha dell'incredibile. Sono state dette cose non vere. Mi hanno attribuito un flirt con la Orlando solo per il fatto che entrambi frequentiamo il centro benessere dell'Hilton. La foto apparsa sul giornale è un fotomontaggio: era il 2004 e mi trovavo all'hotel Excelsior di Napoli con Anna Falchi, all'epoca la mia fidanzata. E' una cosa vergognosa”. Free Image Hosting at www.ImageShack.usMa l’immobiliarista non si ferma qui e dalle parole passerà a delle azioni legali: "Ho dato mandato al mio legale di fare una querela al settimanale. Il fatto che abbiano sentito la signora Orlando non vuol dire nulla. Lei può dire quello che vuole. Avrebbero dovuto chiamare anche me e sentire la mia versione. Io non sto facendo la corte proprio a nessuno. La conosco appena. Non ho nemmeno il suo numero di telefono". E continua :"Forse Stefania Orlando ha frainteso, nel suo interesse, la mia gentilezza: è una cosa molto spiacevole e fastidiosa vedere gente che si fa pubblicità sulle mie spalle. Da quando è uscito il settimanale tutti mi chiedono spiegazioni, dai familiari agli amici. Tutti i giornali e le televisioni hanno ripreso la notizia. Mi sono trovato persino sotto casa Striscia la notizia per il Tapiro. Io non sono un uomo di spettacolo e non ne posso davvero più". E in ultimo aggiunge: " A parte il fatto che sono ancora un uomo sposato ci tengo a sottolineare, a scanso di ulteriori equivoci, che in questo momento non ho nessuna storia sentimentale".
Adesso chiede in giro da tempo, pubblicamente, se quel grande artista cocainomane, Morgan è sempre fidanzato con Asia Argento, perché lei è rimasta fulminata da lui. Brava, tutta cervello.

Mentre posava per presentare la borsa per l’estate di “DipiùTv”, Stefania Orlando ha confessato di aver perso un bambino.” Credo che nella storia dei settimanali rosa e della promozione dei gadget estivi non si fosse mai arrivati a tanto. A parte il buon gusto dell’abbinamento "promozione borsa allegata/aborto" e la conseguente riflessione che se questo è il buon gusto allora le bestemmie di Baffo da Crema meritano una citazione nella prossima guida al galateo di Barbara Ronchi Della Rocca, ecco, al lettore resta il dubbio che tra la visione della borsa da parte della Orlando e la triste confessione esista un rapporto di causa/effetto.