Pop, Claudia Cardinale e Hollywood anni '60.

In una foto, Claudia Cardinale, all'epoca icona femminile del periodo, è con l'atra
icona del mondo freak, musicista e agitatore culturale, Francesco Frank Zappa, un amico scomparso da ormai 15 anni, che ogni tanto vado a ritrovare a casa sua, dai suoi fratelli. Due volte è venuto a casa mia, in Toscana e ho qui vicino a me una delle foto che si presero, alla fine dei '70. Era un fine osservatore dei fatti sociali e aveva fatto del Freak, dello sconcio, l'impresentabile, un modo di rappresentare se stesso e la scena artistica, una provocazione raffinata. Famose sono rimaste le sue apparizioni televisive sulla CBS e altre reti, e tutte le cause e audizioni davanti ai giudici di mezza America, che hanno finito per tollerarlo, in quanto artista apprezzato da tutta una schiera di intellettuali e colleghi. Lui si rifiutava di parlare in italiano e non avesse incontrato Herbie Cohen, il manager dei pazzi, come lo chiamavano, non so se mai avremmo ascoltato un suo disco. E' incredibile, Claudia Cardinale, Joan Baez, e Frank Zappa, uno si chiede che c'entrano questi tre? Nulla, solo che la scena del periodo, nel '67, era quella e c'erano anche queste due figure, ormai già due icone del mondo controculturale, come si chiamava. Per quanto si possa prendere in giro tutto quel movimento, Zappa e la Baez, come Zimmerman, sono rimasti fuori da schemi industriali e lavaggi di cervelli.
Free Image Hosting at www.ImageShack.usFree Image Hosting at www.ImageShack.usFree Image Hosting at www.ImageShack.us