Fini, Tulliani, Frau, Rai1.

A chi faceva riferimento quel senatore Nicola Di Girolamo che è stato catturato
 dall'Interpol, eletto all'estero, legato a boss mafiosi? Berlusconi liquidò la questione dicendo - chiedetelo a Fini, è roba sua- Fini per contro - ''In relazione ad alcune frasi intercettate e pubblicate su alcuni quotidiani - precisa il portavoce Fabrizio Alfano - il presidente della Camera dei deputati esclude in modo categorico di aver direttamente, o tramite la propria segreteria, o terzi, telefonato al senatore Di Girolamo, ed esclude altresì di averlo 'convocato' nei propri uffici o altrove per incontri o riunioni''. Va bene, Di Girolamo l'ho candidato io, e nonostante i dubbi sulla validità della sua elezione, l'ho voluto far votare valido io a tutta la maggioranza. Che Gianfranco Fini rappresenti una estrema e ultima resurrezione del volatagabbanismo di altissimo livello, ormai lo sappiamo da tempo, e chi si può sorprendere, se questo o quel politico hanno mogli o mariti che lavorano in Rai o sono soci in Studi Medici e cliniche, magari convenzionate con le Asl? Quanti nomi possiamo fare. La Signora Claudia Mori, non è una produttrice di Fiction Rai? E i De Angelis, con quella parlata da trasteverini? E più in generale, in una Rai militarizzata, basta mettere su due fogli dal notaio per presentare un progetto e farselo finanziare? Ma solo un idiota lo può credere. Che nessuno degli ex seguaci di Stalin e dei DS o Di Pietro abbia mai messo bocca, non è significativo del clima di totale commistione, che qualcuno come Travaglio si ostina a definire Inciucio? No, nessun inciucio, perché non ci sono due o più poli distinti. Andatevi a cercare anche sul blog il nome Tulliani e vedete cosa vi
 appare, solo per gossip? Coraggio Italiani, fatevi inchiappettare di nuovo!
Se interessa i nomi sono: Absolute Television Media Srl che appartiene per il 51% a Francesca Frau, suocera del Presidente della Camera (in realtà non ancora sposato con Elisabetta Tulliani), una parte del programma pomeridiano Festa Italiana, condotto da Caterina Balivo su Rai1, sia prodotto da una società riconducibile a Giancarlo Tulliani, cognato di Gianfranco Fini.
Via Dagospia.com  27 aprile 2010 - A tirare il siluro a Gianfranco Fini è il
pettegolissimo sito dagospia.com. che, sotto il titolo "Una grande famiglia italiana", oggi scrive: "Ma come, caro Fini, Lei ha una "suocera" che dà ogni giorno un contributo notevole all'audience Rai, e non ci dici niente? Ci spupazza, da mane a sera, di farefuturo qui, farefuturo là, per una nuova Italia magari deberlusconizzata e ha in casa una "suocera" che a 63 anni è a capo di una società di produzioni televisive, fulgido esempio di fare impresa e non lo rende pubblico a tutti noi fancazzisti anti-Brunetta?
No, caro presidente della Camera, così non si fa. Ma cosa Le costava raccontarci che dall'inizio della stagione 2009/2010, ogni pomeriggio sulla Raiuno diretta dal finissimo Mauro Mazza, assistiamo - concentrati come killer - alla messa in onda di "Festa Italiana", condotta a colpi di smorfie dalla mitologica Caterina Balivo, aspettando solo e solo quel momento. Ore 14.10, zac! parte, all'interno del contenitore della Balivo, un segmento di 50 minuti - "Per capirti" è la testatina - che è appunto prodotto dalla società a responsabilità limitata Absolute Television Media - sigla AT MEDIA srl - di proprietà della signora Francesca Frau, che ha in mano il 51 per cento. 183 puntate, ciascuna per la cifra di 8.120 €, per un totale di 1 milione e 485 mila euri (spettatori e share, in media: 1.800.000, 12%)
Ora vi domanderete: Frau, Frau chi? Boh. Di fatto, cognome mai sentito nella cerchia dei fornitori di programmi Rai. Spuntato di colpo lo scorso anno sull'orizzonte di Raiuno. Ma basta fare un giro di telefonini tra i feroci concorrenti alla torta di viale Mazzini, per avere rapido lo svelamento: è nientemeno che la mammina di Elisabetta Tulliani, colei che ha reso la vita felice a Fini allietandolo con la nascita di due bambine, Carolina e Martina.