Murdoch, il nemico giurato di Berlusconi. Murdoch against Berlusconi.

From time messing around in New York hear talking about an alleged offensive
Ruppert Murdoch again Mr. Berlusconi in its own territory and what I understood at the time and for a few months at least, Murdoch will not be able to dent the dominance of Berlusconi, accomplice the villainous pact which the men of the centre- left, by now to the defeat. Not be explained differently Berlusconi super power, for years managed to get the highest number of votes in Italian republic, with the exception of the initial government of De Gasperi, who benefited at the time of Pope Pius XII, who prior vote of 1949, inflicted the Communists, declaring them excommunicated.

Now we wonder: just Berlusconi's government has led the entry of Murdoch on the TV satellite, encouraging the expansion, retaining for itself the monopoly of the networks by land, in a condominium with Rai, who is still heavily influenced by his men, with receipts Sky for 3.2 billion euros, Mediaset 4 billion and Rai only 2.9 billion. So where's the problem? The problem began when Murdoch has shown signs of impatience with a competitor who wants to control the whole market and also manage its networks, through a government policy very carefully to his own business, and introducing a huge load on the satellite TV services by doubling VAT (tax income), from 10 to 20%. In addition, and even more indigestible, Murdoch’s real problem is the emergence of Mediaset Premium, which from 2005 to 2009, has rised 700 thousand customers, reducing the profits of Murdoch, who has stopped in its growth. Right?

Murdoch, even if never noted by Italian papers, has various times replied to Berlusconi, through its newspapers to London, claiming being a corrupted politician and aspirant dictator, with the heavy note addition of its sexual behaviour, reported also under-age fiammas, also resuming and giving echo to public allegation of Veronica Berlusconi Lario, when she declared to divorce from her husband, and that he pursues under-age and he needed help. Berlusconi low suits are followed.Free Image Hosting at www.ImageShack.us Mr. Soros, You well know him.
In my opinion, the true threat for Berlusconi comes from Wall Street, that Soros,
for a long time waiting to shoot Berlusconi, and without resumption. On the reasons, we have already explained it, and ironically, at least in the principle they do not differ from those of Murdoch: the intolerance towards a controller-dictator. It seems that the times are near much; and Soros is not Murdoch, solitary shark without friends and allies.

Da tempo girando per N.York sento di discorsi riguardo a una presunta offensiva di Ruppert Murdoch, contro Berlusconi sul suo stesso territorio e a quanto ne ho capito, al momento e ancora per qualche mese almeno, Murdoch non riuscirà nemmeno a scalfire lo strapotere di Berlusconi, complice il patto scellerato cui sono scesi gli uomini  del centro sinistra, ormai alla  disfatta. Non si spiega diversamente come il Berlusconi sia da anni riuscito ad ottenere il più alto numero di voti da quando si vota liberamente, con l'eccezione dell'iniziale governo De Gasperi, che all'epoca beneficiò della scomunica di papa Pio XII, che prima del voto del 1949, inflisse ai comunisti, dichiarandoli scomunicati.

Ora ci chiediamo: proprio il governo Berlusconi ha guidato l'ingresso di Murdoch sul satellite, favorendone l'espansione, conservando per sé il monopolio delle reti via terra, in condominio con la Rai, che comunque è fortemente influenzata dai suoi uomini, con incassi per Sky di 3,2 miliardi di euro, Mediaset 4 miliardi e Rai solo 2,9 miliardi. Allora, dov'è il problema? Il problema è cominciato quando Murdoch ha dato segni di insofferenza verso un concorrente che pretende di controllare tutto il mercato e amministrare anche le sue reti, attraverso una politica di governo molto attenta ai suoi propri affari, e introducendo il raddoppio dell'IVA sulle prestazioni via satellite, passando dal 10 al 20% di colpo. In aggiunta, e ancora più indigesto, appare a Murdoch il tentativo di far salire Mediaset e Rai sulle spalle di Sky, attraverso il satellite terrestre, visto come un tentativo bello e buono di bypassare le reti satellitari di Murdoch. Il vero problema è però la nascita di Mediaset Premium, che dal 2005 al 2009, ha fatto 700 mila clienti, abbattendo i profitti di Murdoch, che si è fermato nella sua crescita. Chiaro?

Murdoch, anche se non è mai stato segnalato dai media italici, ha diverse volte replicato in modo aperto a Berlusconi, attraverso i suoi giornali a Londra, di essere un politico corrotto e aspirante dittatore, con l'aggiunta di note pesanti riguardo le sue condotte sessuali, riferite anche a minorenni. Anche riprendendo e dando eco alle dichiarazioni di Veronica Berlusconi Lario, quando dichiarò di voler divorziare dal marito, che persegue minorenni  e andava aiutato. Il tutto si è svolto con accuse, articoli, risposte, minacce e ritrattazioni, almeno da parte dell'australiano, e da un bel poco di anni.
Per quelli che leggono l'inglese, qui si trovano tutti i motivi della guerriglia attuale, cui Berlusconi a contro risposto con cause legali.__________________
http://www.businessweek.com/magazine/content/10_07/b4166030281413.htm

La convinzione che ho ritenuto, è che Murdoch non costituisce una minaccia attuale per  Berlusconi, ma per il futuro potrebbe cambiare. La vera minaccia per il Berlusconi semmai, viene da Wall Street, da quel Soros che da tempo ha nel mirino Berlusconi e sta aspettando il tempo giusto per sparare il colpo secco, quello che ti lascia giù, senza ripresa. Sui motivi, l'abbiamo già spiegati, e ironicamente, almeno nelle dichiarazioni di principio non differiscono da quelli di Murdoch: l'insofferenza verso un controllore-dittatore. Sembra che i tempi siano assai vicini; e Soros non è Murdoch, squalo solitario senza amici e alleati.
a.lorenzi  ripr. riservata   trad. a. marini  per      perdentipuntocom
xd


Murdoch and Sky, Mediaset's digital terrestrial battle.
The strong battle between Murdoch against Berlusconi, no one told it on newspapers. The decision on whether to acces, enter Sky DTT, entrusted to the Competition Commissioner Joaquin Almunia, continues to shake the Italian authorities. After the Italian authorities negative opinions (Antitrust and AgCom), here is the last great move, the Government has asked the ambassador to EU Ferdinando Nelli Feroci an urgent meeting with his referring, Mr. Almunia to discuss the matter. As published by Milano Finanza italian ambassador, in a letter to the Commission, asked to be informed about the assessment procedure at the request of Sky to have access to DDT almost 2 years before the first commitments as provided at the fusion Stream - Telepiù, giving birth to Sky, in 2003.

The ambassador was stressed that the EU decision would have a tremendous impact on the Italian market, upsetting the balance of current Mediaset substantial monopoly on Digital Terrestrial. That’s Mr. Berlusconi hegemony on TV set.
a. marini    perdentipuntocom   all rights reserved.

La feroce battaglia di Murdoch contro Berlusconi, nessuno ve la racconta, Santoro, Gabanelli, hanno paura di perdere la loro poltrona dorata nel servizio pubblico.
La decisione sul via libera o meno di Sky sul digitale terrestre, affidata al commissario alla concorrenza Joaquin Almunia, continua ad agitare le autorità italiane. Dopo i pareri negativi di Antitrust e AgCom ecco l’ultima, estrema mossa, del Governo che ha chiesto all’ambasciatore presso l’Unione Europea Ferdinando Nelli Feroci un incontro urgente proprio con Almunia per discutere della questione. Secondo quanto pubblicato da Milano Finanza il nostro ambasciatore, in una lettera indirizzata al commissario, ha chiesto di essere informato sulla procedura di valutazione della richiesta di Sky a poter avere l’accesso al digitale terrestre quasi 2 anni prima prima di quanto previsto dagli impegni presi nel 2003 al momento della fusione Stream-Telepiù.

L’ambasciatore ha sottolineato che la decisione dell’UE avrebbe un impatto fortissimo sul mercato italiano, sconvolgendone gli equilibri attuali che vedono Mediaset operare in regime di sostanziale monopolio sul Digitale Terrestre.