Abolizioni Ordine Giornalisti, solita bufala.

Un'altra delle solite sparate alla Prodi, cui il Governo Berlusconi somiglia
 sempre più, con una ridda di voci contrastanti al suo interno. Una delle solite tante bufale che tra meno di 10 mesi sono destinate ad avere termine.
Pdl: proposta contro Ordine giornalisti
Cicchitto: entita' superata che risponde a logiche corporative
Il Gruppo Pdl alla Camera 'presentera' quanto prima una proposta di legge per abolire l'Ordine dei giornalisti'. Lo annuncia Cicchitto. 'Sull'Ordine dei giornalisti
e' ormai diffusa la convinzione che esso sia un'entita' superata che risponde esclusivamente a logiche corporative.
Questo e' il motivo per cui il Gruppo PdL alla Camera presentera' quanto prima una proposta di legge per abolirlo', spiega il presidente dei deputati del Pdl, in una nota. "Fabrizio Cicchitto è personalità di grandi qualità politiche, anche se non sempre mi ritrovo d'accordo con i suoi giudizi". Lo afferma il vicepresidente dei deputati del Pdl Carmelo Briguglio, della minoranza finiana."Non c'e' dubbio che il nostro capogruppo ci rappresenta tutti, ma la proposta di legge sull'abolizione dell'ordine dei giornalisti, sulla cui funzione lo stesso presidente Fini ha sollecitato una riflessione, non e' stata mai decisa né discussa dal gruppo parlamentare. Poiché si tratta di questione di grande rilevanza e per un problema di metodo, trovo saggio e opportuno che il gruppo ne discuta ampiamente prima che venga presa qualunque decisione e ciò a prescindere dalle idee che ciascuno dei deputati del Pdl ha in proposito". Il presidente dei senatori del Pdl, Maurizio Gasparri, è contrario all'abolizione dell'Ordine dei giornalisti ma ne chiede la 'moralizzazione'. "Non sono favorevole - dice in una nota - all'abolizione dell'Ordine dei giornalisti: però trovo sempre meno motivazioni per difenderne la sopravvivenza". "Al di là degli sforzi dei vertici nazionali, che stimo, le strutture territoriali - accusa Gasparri - hanno spesso preso decisioni assurde. Si è arrivati a teorizzare il diritto alla menzogna per i giornalisti. Ho letto decisioni da vomito". "All'amico Del Boca - continua l'esponente del Pdl - consiglio di moralizzare alcuni organi locali che hanno agito a copertura dei bugiardi offrendo argomenti ai nemici dell'ordine professionale. Non dovrà nemmeno allontanarsi dalla Capitale - conclude - per trovare gente che disonora la professione, facendo della bugia un dovere".
 01/05/2010