Gary Coleman, mitico Arnold, dopo Dana Plato se ne va, dove non si sa.

Le mitiche star di una Hollywood televisiva sembrano legate a un ciclo maledetto.
(altro post QUI) In particolare la serie Arnold, (in America; Differents Strokes, che se vi devo dire, all'epoca, avendo cessato il mio attivismo extra parlamentare, finito di scontare i miei piccoli processi, per danneggiamenti e robette simili, mentre Moro era stato ucciso e capivo quanto i servizi, il governo e la Tv e giornali mi prendevano in giro, ogni tanto guardavo in Tv, assieme a Goldrake, c'era questa sitcom di Arnold: mi ha sempre fatto cag..re), è stata funestata da episodi sconvolgenti riguardo la coprotagonista e sorella di Arnold Drummond, Dana Plato, che dopo la fine del suo contratto, che si interruppe dopo l'inizio della seconda stagione perché la biondina precoce era rimasta in cinta, ormai divenuta fortemente dipendente, fù 
Da picasa foto sito 1

 più volte arrestata per rapina e furto, fino alla morte, nel 1999 per eccesso di farmaci, correttamente overdose accidentale di Loritab, un anti dolorifico (non per overdose, come è riportato da altri siti, tra i quali imdb). La susseguente autopsia però, convinse il coroner a refertare il suicidio per overdose, in quanto riscontrò nel sangue una serie di droghe, e per i suoi tre precedenti tentativi di suicidio in simili modi.  Anche la vita del mitico interprete di Arnold, Gary Coleman, il neretto che sembrava il figlio del pugile Frazier, adottato (come la Plato) e affetto da problemi renali che ne hanno fermato la crescita, è stata caratterizzata da episodi di condanne per  violenza e incidenti vari, compreso il fallimento dichiarato anni fa, con causa contro i suoi genitori adottivi, nonstante i 100mila dollari a puntata, percepiti dal 1978 al 1986, inizio e termine della serie, con caduta nell'anonimato, salvo qualche ospitata in Tv. L'ultima partecipazione, è stata durissima, accusato di violenze coniugali contro la moglie, una ragazza bianca di vent'anni, cui replicò durissimamente, poi andandosene infuriato, e conseguente malessere dietro le quinte. Fino a due giorni fa, una caduta in casa, a quanto sembra; le condizioni sono parse gravi e dopo poco il decesso all'ospedale. Il bello che aveva
 partecipato anche a un film per la Tv, che rievocava la serie originale, dove compariva come intervistato, parlando di Dana e della sua tragica fine e della sua vita, piuttosto tumultuosa, fino al raggiungimento di un migliore compromesso. Così si esprimeva: evidetemente solo buoni propositi e una sua ultima recita.
Proprio il 6 maggio, Tyler Lambert, figlio di Dana Plato si è ucciso con un colpo di pistola, a undici anni dalla morte della madre, avvenuta l'8 maggio del '99.
Eccolo a TYT, mentre esplode e rovescia una serie di insulti sulla povera? host.