Moana Pozzi, segreti porno.

Moana Pozzi è stata sdoganata come la donna intelligente, che passa dal porno al
 salotto buono e anche alla politica. Non è così, o lo è solo in parte. Intanto la Pozzi, appena deciso di andare a vivere a Roma, per cercare di emergere nel cinema o Tv, siamo agli inizi del 1980, dopo poco, a Ottobre, ce la troviamo in un programma di quella che allora era la Tv dei ragazzi,  che poi è stata soppressa solo a partire dal 1991. Il nome? Tip Tap Club. Perché la troviamo in quel contesto? Perché a Roma, nel giro di poco tempo, era riuscita a conoscere una serie di personaggi, vicini per lo più agli uomini del Psi, tra cui anche Craxi, di cui lei scrivi nel suo libro, La Filosofia di Moana, e cui attribuisce un voto molto basso, quanto ad amante, anzi riporta che si masturbava guardandola,(il nome non lo fa ma è talmente riconoscibile che non ci sono dubbi. Tra l'altro, alcuni anni dopo, Craxi si legherà ad una ragazzetta, cui alla fine farà dono di una Tv privata, poi in altro post ci torneremo. Insomma, nel 1987 Moana era già scaricata dalla Banda Craxi, termine di Montanelli). Nel frattempo, già era stata presentata in quel di Cinecittà, dove aveva fatto apparizioni in filmetti da quattro soldi, ma soprattutto, proprio in quel periodo, la troviamo sul set di -Messalina, orgasmo imperiale-, di Joe D'amato, anche se uscito nel 1983, non accreditata, anche se all'epoca si chiamava Linda Heveret in scene fortemente esplicite, con tanto di orge e sesso orale e in tutte le sue forme.  Qui la filmografia della Egafd, http://www.egafd.com/actresses/details.php/id/m0079. Sempre continuando con la Tv dei Ragazzi, Moana continuava a incontrare una serie di personaggi, con molti finiva pure a letto, e intanto, sempre nell'ambiente scivoloso di cinecittà, incontra gente del giro dei filmetti porno, che all'epoca spopolavano nei cinema di periferia, dato che le Vhs erano ancora poco vendute. Ad esempio, Joe D'amato, era un vecchio operatore di macchina e cosceneggiatore, che ha realizzato decine di B-movie e i primi porno italiani, oggi un regista cult del Orror Trash mondiale: comunque tutta gente che entrava e usciva a Cinecittà.
Tra la -Compagna di viaggio-, film della serie sexy del 1980, tra l'altro con la grandissima Marina Frajese, Moana passa sul set tipico di questi filmetti, e gira non accreditata -Valentina ragazza in calore-, che esce nel 1981, seguito da  Erotic Flash e solo nel 1983 esce Delitto carnale-, che in realtà è un montaggio eseguito con i filmati delle sue precedenti apparizioni, rimontato con la francese Valery Siddi, un cult dell'epoca porno. 
Alla Rai si accorgono che Moana sta facendo una doppia vita: da una parte la presentatrice alla Tv dei ragazzi e dall'altra film sexy, ma anche film che escono nei cinema di serie B, e vendono molto, con lei che le fa di tutte e in tutti i modi. Tra l'altro, compare in una serie di riviste porno, presentata come Moana, la pantera bionda. A quel punto pensereste che viene buttata fuori dalla Rai e bandita a vita: niente di più sbagliato. Infatti in quel periodo, Bettino Craxi e la sua Banda, nel frattempo è diventato l'uomo politico più potente, siamo nel 1982-1983, e si impone alla Rai di mantenerla, impegnandosi a non fare più film porno. Infatti due anni dopo lavora con un altro dei raccomandati dal Psi, Fabio Fazio, in un programma sempre per La Tv dei ragazzi, Jeans 2, (Ricordo per inciso che in quel periodo entrano tutti personaggi sponsorizzati dal Psi: Fabio Fazio e Luciana Littizzetto, Fabrizio Frizzi e Rita Dalla Chiesa, ma anche altri attori, tutti a quel tempo al Ciak di Milano, (compreso Gianfranco Funari) ma anche il giro romano era folto). Alla fine del 1987 conosce Paolo Villaggio, al suo programma tv Villaggio Party, sul circuito Odeon Tv.
Jeans 2 viene interroto dopo grandi schiamazzi della Federcasalinghe, e questo pone fine definitivamente al giro di Craxi, da cui si allontana progressivamente.  Fino ad arrivare al 1987 quando entra nella scuderia Schicchi, che la mette in giro per l'Italia, in una serie di spettacoli porno erotici, assieme a Cicciolina. Dopo poco, il primo film porno ufficiale, dal titolo Fantastica Moana, all'opera anche con uomini di colore. Non ci crederete, ma fino al 1991, quando c'era lo spazio dei ragazzi, il potente Psi dell'epoca la fece ammettere come ospite, davanti a ragazzini di 14-17 anni, che si aspettavano di vedere Topo Gigio. Invece entrava lei, in jeans e maglietta a parlare di cose astruse, e di aspetti legati anche al porno. Tra i neo programmi della Tv dei ragazzi ci furono anche Fabrizio Frizzi e la Rita dalla Chiesa, che facevano nel 1990, Pane, Burro e Marmellata.Per tutti i video, foto e streaming di clips, dovete passare al sito per adulti, Qui
-Free Image Hosting at www.ImageShack.us-Free Image Hosting at www.ImageShack.us-Free Image Hosting at www.ImageShack.us
Sul mistero della sua morte e su altre vicende, diremo in un prossimo post, comunque potete andarvi a vedere Paolo Villaggio, suo conterraneo, cosa disse di Moana al Chiambretti night, poadcast di Italia1: “La cosa più curiosa di Moana Pozzi era che odiava il sesso: era completamente frigida“. Con queste parole Paolo Villaggio racconta Moana Pozzi. “Un giorno eravamo al Ritz di Madrid, in una suite. Moana va in bagno e torna solo con gli slip indosso. Mi guarda e fa: “Io con te l’amore non lo farò mai. Ti voglio molto bene. Sono sieropositiva”. È stata una frase che mi ha molto molto colpito. L’ho abbracciata e lei si è commossa“.
E poi Paolo Villaggio aggiunge che in realta’ Moana Pozzi odiava il suo lavoro. Lo ha fatto con poca gioia e con poca voglia. L’attore afferma poi che Moana Pozzi non ha mai capito quale fosse la sua strada per raggiungere la felicita’: nata in un quartiere povero, avrebbe fatto quasiasi cosa per fare soldi, anche qualcosa che la rendeva infelice.  Aggiungo che Moana era bisessuale e forse più lesbica che etero, amava molto i trans e gli ambienti gay e lesbo, che ha sempre frequentato, compreso il suo parrucchiere, forse tra le poche persone che le sono state discretamente vicino.  Qui il post su Villaggio  

----
Oltre a Craxi, Moana ha frequentato ed è stata aiutata dall'entourage socialista di inizio anni '80 ad entrare in Rai, come tanti altri, come Rita Dalla Chiesa, Fabio Fazio e Fabrizio Frizzi. Ma non solo uomini politici, chiaramente non democristiani, ma anche alti prelati del Vaticano l'hanno frequentata e più volte ha raccontato la sua frequentazione sessuale con un prelato potente, forse un cardinale, con cui faceva sesso e altri ancora, che le rivelavano cose indicibili, come a volersi liberare di un peso.

L’autore nel libro Fantauzzi, riporta quanto la Pozzi voleva inserire nel libro che stavano preparando, dopo il primo “La Filosofia di Moana” :
“Quando raggiungo qualcuno al di là o al di qua del Tevere sia all’interno del Vaticano che fuori provo brividi particolari. Immagina che dicono tutto.
Sembra che vogliano liberarsi e che io sia il confessore. Ho saputo di tutto. Alcuni vescovi mi hanno confessato di fare sesso con bambine. Ho saputo di tanti episodi di violenze, di omosessualità, pedofilia. Ho cercato di rimuovere anche episodi e confidenze di particolare gravità. Dobbiamo vedere se possiamo dire tutto quello che ho saputo da un cardinale su Emanuela Orlandi, su Mirella Gregori, su Calvi, sulla morte di Papa Luciani e sulla storiandi un grosso politico figlio di un Papa. Allora di questo ne parliamo domani...

Fatti particolari?
Quelli li ho saputi mica soltanto in Vaticano? Immagina che grossi manager pur di fare sparire le “prove” di certi film particolari delle loro mogli o amanti, hanno sborsato fior di quattrini. Addirittura l’amante di un grosso segretario di partito è stato trasformato da autista a dirigente Rai”.