Anna Finocchiaro, professione politica.

Anna Finocchiaro, tutti lo sanno: è una grande lavoratrice, dura e pura,
 inossidabile e quando c'è da difendere la manovra di governo, gli attacchi e brigatelle di partito o partire lancia in resta all'attaco della manovra di un Tremonti, beh la Finocchiaro è insuperabile. Anche quando il marito le regale dei nuovi capi, che lei indossa sfilando per lui, entro le mura riservate della loro dimora. Anche dalla Signora Maria Angiolillo, il vero salotto cult della prima e seconda repubblica, la Finocchiaro non mancava, sfilando con indosso "E poi va alla cene dell’Angiolillo con un groviglio di peli di un branco di lupacchiotti spiaccicati spacciati per un cappotto. E Veltroni. Il buonismo è cafonalissimo ipocrita". Proposta nel collegio della sua Sicilia, è stata trombata alla grande, ma che conta? Lei è sempre là, in trincea e la vedremo ancora in parlamento o al governo o a combattere dall'opposizione nel modo solito ancora per molti anni.
Auguri, se il popolo lo vuole...   Free Image Hosting at www.ImageShack.us
Sempre Dago scriveva, agli inizi del suo sito:
Una settimana dopo aver lanciato il sito mi arrivò la notizia che Tatò, amministratore delegato dell'Enel, stava studiando lo sposalizio fra telefonini e televisione. Nel frattempo aveva fatto in modo che sua moglie Sonia Raule venisse nominata direttore dei programmi di Tele Montecarlo. Io all’epoca non ero così smaliziato da capire che dando la notizia avrei bruciato l'operazione. Titolai "Sonia e lumière" e successe un casino. Così capii che non erano le scopatine degli attori ad interessare i miei lettori, ma l’insieme gossip-potere- economia.   Free Image Hosting at www.ImageShack.us
E io dovrei plaudere a uno che mi fa fuori la bella Sonia? Dago, sei una m...a! Ma quando sarò presidente dela Fiat la prendo anch'io una così.