Massimiliano Fuksas, 22 milioni di euro, una parcella.

Massimiliano Fuksas era alle manifestazioni del Movimento studentesco del '68,
 assieme a Russo, al pluri ricercato Cesare Battisti, al compagno di partito pci ora pd Petruccioli, che a Report, dichiara che in passato non hanno valutato molto l'importanza della televisione, per dire come sono arrivati al pasticcio degli anni '70 e attuale. Una bella faccia tosta. 
Massimiliano Fuksas, architetto famoso in tutto il mondo, per la progettazione del palazzo della Regione Piemonte ha chiesto una parcella di 22 milioni di euro.
Per la realizzazione dell’edificio saranno necessari 300 milioni di euro, poiché il grattacielo in via della Spina 1 sarà totalmente trasparente ed in grado di contenere 3 mila persone. Una parte della parcella è stata pagata dal presidente Ghigo, da Mercedes Bresso e ora anche da Roberto Cota che però non vuole pagare una parcella così alta per la realizzazione dell’edificio.
L’ex governatrice, Mercedes Bresso, risponde a tarda sera al suo cellulare. «Sono in vacanza a Creta e non conosco le ultime vicende politiche.
L’architetto romano, interpellato direttamente, preferisce evitare ogni commento. Dal suo studio si limitano a riferire asettici «che è salito su un aereo e che per due giorni non sarà rintracciabile. È anche senza cellulare, dunque...».
Almeno, si può dire che in Piemonte ora hanno una casa trasparente, e per soli 300+22= 322 milioni di euro, più altre spesucce di arredo e rifinitura.