Rutelli, Veltroni, Finocchiaro, nel 2020 saranno lì.

Immaginatevi di essere a Novembre 2010, il Berlusconi crolla, si va ad elezioni

altri post  qui  qui  qui
entro Marzo 2011. Vedremo la solita campagna elettorale con La Russa, D'Alema, Rosi Bindi, Veltroni, Gasparri Angela Finocchiaro eccetera? Poi supponiamo che vinca il Pd con Di Pietro: torneremo a vedere Visco alle finanze, Rosi Bindi alla Sanità, Di Pietro alle opere pubbliche e magari qualcuna delle ex ragazze di Servire il popolo, o di qualche gruppo maoista, tornare sulle sedie dei ministeri delle pari opportunità o altri astrusi apparati burocratici? No, non è possibile, non voglio crederci, ma forse è tutto inutile.
Inutile, lo sapete, se il popolo lo vuole... E' vero che gli incazzati sono in aumento, e alcuni di loro non vanno a votare, ma al momento quelli che dovrebbero essere incazzati e forte, continuano a cercare le coperte calde delle casse integrazione, dei sostegni ed esenzioni, dei contributi e sgravi contributivi; e continuano a iscriversi all'associazione, al sindacato, al partitello o partitone, dove sperano di continuare, come in passato, a trovare una qualche protezione e rifugio. Pensate alle categorie professionali, ai medici, agli insegnanti, ai ferrovieri, per non parlare degli infermieri, fino ai disperati dei call centers. Fuori da tutto, gli incazzati, i diseredati, i mentecatti e qualche figura giovanile di buona istruzione, laurea e corsi post laurea, che non vogliono o non possono inserirsi nel sistema del Ricatto Sociale Associazionistico, contando solo sui loro meriti. La coperta per tutti gli anni '80 e '90 è stata lunga, e tutti si sono scaldati, e oggi, che i margini della coperta a breve cominceranno  a scoprire i piedi di un bel numero di persone, è probabile che il numero degli incacchiati crescerà. In Campania la Fiat vuole chiudere ma vedrete che cominceranno i piagnistei e i ricatti, fino agli inciuci e una soluzione all'italiana uscirà fuori dal cappello; oppure, l'Alitalia perde 2 milioni euro al giorno e chi se ne frega, l'importante è salvaguardare gli interessi dei lavoratori. Ma se la coperta è corta, è corta! e questa volta non si uscirà fuori dal problema con qualche tonnellata di BOT.  Ma a differenza di quanti affermano che il numero fa la forza, sono tra quelli che, per esperienza personale, credono che i numeri non contino molto: piuttosto, quando a incacchiarsi e non votare saranno un buon numero di 25-30 enni, con laurea in tasca e corsi vari, allora forse qualcosa potrà muoversi. Per adesso, calma piatta.