Santo Sant'oro, cioè Santoro.

Santo Sant'oro, cioè Santoro; Sant'oro chi?  (Da Panorama elab. S. Caprara).

«Te ne do 12». «No, 16». «Tredici». «Sedici». «Quindici». «Ho detto 16».
 Mauro Masi tratta da mesi con Sant'oro, un santo vero lui.
Un piccolo quiz: chi è il componente del governo con tendenze sado-maso?
Alessandro Sallusti In provincia si sogna di più. Sono sogni comaschi
anche la sua Porsche e la sua Maserati? È bizzarro che io abbia queste due macchine: sono incompatibili con la mia denuncia dei redditi. A me sono sempre piaciute leE la Maserati? Quella è stato un regalo di Feltri.E di Mieli. Quando nasce Libero, la testata viaggia sulle 40 mila copie, siamo in grande difficoltà economica perché si suicida l’editore, Stefano Patacconi. Un giorno, in mezzo a questa valle di lacrime, a Vittorio arriva la brochure della nuova Maserati. Lui me la lancia sulla scrivania e dice: «Te la regalo». E io: «No, mi regali quella vera». E lui rilancia: «Guarda, a 100 mila copie ti regalo una Maserati». Come dire, non te la comprerò mai. Il giornale, poi, in qualche modo comincia a crescere e un giorno d’estate arrivano le famose 100 mila copie: c’era un pezzo di Oriana Fallaci in prima pagina. Andai da Feltri a battere cassa. Le ha comprato la Maserati? No, ha tentato un’ultima, disperata difesa. Ha detto: «Io intendevo la media di 100 mila, almeno la mensile». Libero viaggiava intorno a 70-80 mila copie. E Mieli che c’entra? Ci arrivo. In primavera si vota e Paolo Mieli scrive il fondo «Voto Prodi». Il giorno dopo 60 mila lettori del Corriere passano a Libero. A quel punto Feltri aveva fondato il giornale della sua vita e mi regalò la Maserati. Non finirò mai di ringraziare Mieli.
 auto, per la Porsche, di seconda mano, ho fatto un leasing.