Dott. Lorenzi, Viareggio, fibromialgia tecniche comportamentali.

Le tecniche comportamentali di controllo del dolore nella fibromialgia hanno
 rivelato una loro efficacia, quando intraprese da chi è fortemente motivato e ben apprese ed applicate. Gli studi, che necessariamente non seguono criteri scientifici del doppio cieco o simili, per l'ovvia impossibilità di assoggettare un campione randomizzato o selezionato a una pratica dove la motivazione e le caratteristiche individuali sono fondamentali e non facilmente misurabili.
Comunque si è rilevato che circa 2 soggetti su dieci riferiscono un miglioramento sensibile, al test del dolore somatico percepito, superiore al 40%; altri 4 soggetti riferiscono benefici nell'ordine del 20% e i restanti 4, nessuno o non sanno rispondere.
Nel complesso, direi che in ogni forma di dolore ricorrente o cronico, come in quello della fibromialgia, le tecniche di rilassamento basate su metodologia e paradigma Comportamentale e Cognitivo, offrono un bagaglio in più per:
Continua a leggere sul blog dedicato http://fibromind.blogspot.com