L'angolo di Lauretta. Fibromialgia, terapia farmacologica.

Milnacipran, è il farmaco che ha ottenuto l'aprovazione da pochi mesi, da parte
 della FDA americana, anche per l'indicazione per la Fibromialgia, FMS.
Come la Venlafaxina e la Duloxetina, il Milnacipran è uno psicofarmaco duale, cioè che agisce come i due precedenti sulla ricaptazione sia della serotonina, che della noradrenalina, o meglio, come denominata oggi, norepinefrina. La combinazione di azione in un unico farmaco, si è rivelata assai più efficace nella sindrome fibromialgica, rispetto al farmaco monoattivo, che agisce solo sulla ricaptazione della serotonina o solo della norepinefrina. Altri studi sono già iniziati per testarne meglio l'efficacia e la durata di essa.
In definitiva, Pregabalin e Milnacipran, potrebbero costituire una base da cui partire per ridurre i sintomi della fibromialgia, anche se non per risolverla o farli scomparire completamente. Per questo obiettivo, occorrono ulteriori studi sulle cause della sindrome, che probabilmente richiederanno almeno altri dieci anni.