Pino Insegno, da un flop all'altro, chi lo raccomanda in Rai?

Ci chiediamo, come Grasso del Corriere: ma come mai, nonostante la sua faccia non
 simpatica, la sua scarsa bravura attoriale, i flop che ha incamerato, Pino Insegno ce lo troviamo sempre davanti agli occhi, in qualche programma Rai?
Un floppista da record Pino Insegno, eppure, appena accendete la Tv, ecco il suo bel faccione, che sbuca da quei trappoloni di programmi pre Tg. Poi i servizi sui blog e magazine, la sua bellissima e felice famiglia, la bella moglie roberta lanfranchi, ex velina a Striscia, il loro legame di 10 anni e due splendidi figli. Pare il quadretto del Mulino Bianco tipico dei politici, chhe viene sempre  tirato fuori e spolverato ad ogni stagione Tv, per  far vedere quanto le facce televisive sono pulite e dedite alla famiglia. Vi sorprende se la moglie Roberta , ha  preso su i due figli e l'ha mollato su quattro piedi?E vi sorprendereste se vi leggessi articoli che lo dipingono come distrutto, affranto, anche se sempre vispo e allegro in Tv. Vi sorprenderei, se gli stessi giornali poi lo riprendono con la nuova fidanzata, tale Alessia Cacciotti, 29 anni, che gli ha ridonato la felicità e magari a breve gli donerà anche un nuovo  figlio, per cementare l'unione? (foto rivista VIP). Intendiamoci, Pino non c'entra molto: lei era sposata felicemente con due figli, lavorava a Piazza Grande, dove conobbe uno dei giovani autori, l'allora 25 enne Emanuele del Greco, e improvvisamente, dopo settimane di lavoro, capì che lo amava, anzi che si amavano, (capita, succede, ma Pino non c'entra però, a meno che, le cose tra di loro non andassero per niente bene come raccontavano ai giornali).


Come, sono le solite storie che si leggono venti volte al giorno? Ma siete proprio perfidi!
Passi Galeazzi e Costanzo, che assieme a Bartoletti, riescono a suscitare il vomito anche di un cammello. Sappiamo che questi tre personaggi, che non dicono nulla, sono potentissimi e super raccomandati, ma Pino Insegno, che sia un super pacco espresso anche lui, ma poi da chi? Ecco, quale partito e in quale polo si trova la fonte del suo insuccesso, ci chiediamo; e lo vogliamo sapere.

Poi, da radio 3 a rai 3, una trasmissione (dottor Djembé), che dalla radio, con pochi spettattori, il direttore rai Di Bella, figlio d'arte, trasferisce la trasmissione sulla rete 3, con Davide Riondino. Un fiasco clamoroso, con Bollani, bravo pianista jazz, ridotto ormai a fare il cretinetti di turno, assistito da Riondino, specialistas in flop tv. Eh, le creazioni di Renzo Arbore, lo abbiamo visto, spesso vengono usate come pedine, e poi tirate nel bidone. Arbore è fatto così, con lo Speciale per noi, una roba inguardabile, e rovinata proprio da lui, il grande manovratore Renzo Arbore, (Monica Nannini insegna). Ma Bollani, che sei anche lucchese come me, con il talento che hai nelle mani, ti devi proprio ridurre a fare coppia con Arbore e Riondino, due che distruggono tutto?

Comunque la domanda è: chi manda Insegno in Rai, e sempre in orari di punta? Tanto nessuno lo dice, perché se lo manda uno della Libertà, quelli del popolo Democratico stanno zitti, perché loro non li mandano i loro sgagnozzi? E viceversa. Poi sapete qualè l'ultima tattica di copertura? E' quella di dire che tutti sono raccomandati da tutti, così siamo tutti serviti. Poi facciamo programmi tipo I Raccomandati, e proclamiamo che  noi, presentatori, siamo i primi a esserlo. Ah, un'altra nota: ma il nuovo Principe azzurro di Roberta Lanfranchi, deve essere un genietto, se a 25 anni è già tra gli autori di un programma come Piazza Grande. Ecco, lui si che non ha bisogno di raccomandazioni, perché a Piazza Grande, Guardì, Magalli eccetera, che c'entrano con le raccomandazioni?
Free Image Hosting at www.ImageShack.us--Free Image Hosting at www.ImageShack.us--Free Image Hosting at www.ImageShack.us --Free Image Hosting at www.ImageShack.us