Mykonos Greece PARADISE BEACH summer party

Ecco come se la spassano i gaudenti ragazzotti nelle favolose isole greche, come Mikonos. Come vedete, si
tratta di gente gaudente ma che è in cerca del divertimento, nel tragico ed ingenuo errore di associare divertimento a serenità e felicità. Come si vede gli ingredienti sono gli stessi, grandi rumori con ritmi sopra i 120 battiti al minuto, luci, alcol, corpi nudi, il tutto senza alcuna partecipazione creativa. Nessuno che si faccia venire in mente che basta recarsi su una spiaggia, portarsi dietro due bonghetti, una chitarra, qualche fetta di formaggio e un  poco di vino, per creare collettivamente un piccolo ma creativo Happening. Mi ricordo che molti anni fa, una ragazza che guardavo con occhi forse sognanti, mi disse che la stavo urtando con quel mio guardarla. Ma non mi ero accorto, ero quasi rapito, e certamente, quella giovanissima proto femminista, ignorava che se l'uomo guarda e desidera, la donna è fatta per farsi guardare e desiderare. Lo ignorava e spero che con il tempo (anzi ne sono certo), avrà capito che lasciarsi andare significa anche quello che ho accennato.
A New York mi è andata peggio: in un ristorantino (ma assai ben frequentato), il guardare con una certa attenzione un tavolo con tre signore di un'età molto vicina a quella mia e dei miei due amici (due ricercatori allo Staten Island) ci è costato il dover apparire entro due giorni al cospetto del giudice, per aver creato disagio sociale ed imbarazzo avvertito come minaccioso alle tre signore in questione. Guardare una donna con una certa attenzione anche se inconsapevole, può essere visto come un reato nello stato di NY. E' finita con il proscioglimento, anche in considerazione dell'essere italiani e con un costo complessivo di 1400 dollari per spese di avvocato e giustizia (i soliti latin lovers da strapazzo italiani, con doppie e triple lauree e ricercatori in quel di terra americana, e chi cerca trova, ci siamo detti).