Campania, aumento tumori: preparate i soldi, la spazzatura dobbiamo toglierla noi.

Da un recente convegno di aggiornamento, risulta che la Campania è sotto un vero incremento di malattie respiratorie, allergie e tumori, soprattutto tumori.
E' chiaro che in una regione disastrata, dove la gente accende dei fuochi notturni nelle periferie dei centri abitati e nelle campagne, rilasciando fumi venefici, la situazione della salute non può che essere compromessa nel medio e lungo termine.
E' altrettanto chiaro che dal momento che la Campania è una regione in cui la sanità è coperta solo al 35% e la spazzatura al 50%, sarà necessario a breve mettere mano al portafoglio e cacciare altre decine di milioni, che probabilmente, in base alla legge del Secchio Bucato o di Rawls, finiranno in mano ai soliti scialacquatori. Intanto un centinaio di milioni se ne andranno via quasi inutilmente nei prossimi 12 mesi, si metteranno ex colonnelli e prefetti in pensione come Commissari straordinari dei vari enti pubblici e poi si dirà che le cose sono in via di normalizzazione. Certo, fino alla prossima emergenza, che si scoprirà però solo dopo altri 12 mesi ulteriori.

Certo dice bene il professor Veronesi: niente è meglio di buoni inceneritori vicino casa, per migliorare la salute della gente!

Alla prossima, al/BB