Alfonso Luigi Marra, ex comunista, ex socialista, ex parlamentare europeo con Forza Italia, fondatore del PAS. Sara Tommasi rapita dagli alieni ritorna sulla terra ed esce il nuovo porno.

Sara Tommasi intanto è al secondo grande film porno.ROMA – Il secondo
film porno di Sara Tommasi sarebbe dovuto uscire il 15 novembre. Molti siti (soprattutto blog) hanno annunciato che il film fosse effettivamente già disponibile online sul sito specializzato love-me.it. Ma così, a quanto pare, non è.
ROMA – Ruby. Sara Tommasi, Lele Mora, Vittorio Sgarbi e Manuela Arcuri. Tutte le donne e gli uomini di Alfonso Luigi Marra, ex comunista, ex socialista, ex parlamentare europeo con Forza Italia, fondatore del PAS (Partito di Azione per lo Sviluppo) e dell’Associazione  FermiamoLeBanche nonché autore di diversi libri tra cui ‘Il labirinto femminile‘. Ma non finisce qui. Ieri Alfonso Luigi Marra si è anche candidato per le prossime primarie del Pdl. Candidatura annunciata con una lettera ai sostenitori sul sito ufficiale marra.it:Sara Tommasi, "secondo film porno c'è". Ma su love-me.it sembra di no Sara Tommasi sul piede di guerra contro chi si è arricchito con i suoi film porno. La showgirl recentemente tornata alla ribalta dopo un ricovero riabilitativo sembra voler cambiar vita, ma se un giorno annuncia di voler cambiar vita, quello seguente arriva la notizia di un secondo film a luci rosse.
Immediata la reazione dell'avvocato e vate della Tommasi Alfonso Luigi Marra, che annuncia azioni legali contro chi ha tratto profitto dallo sfruttamento della sua immagine e anche la richiesta di un risarcimento da dieci milioni di euro per danni morali e patrimoniali.Da    -- blitz e leggo.it --
“A partire da Alfano, tutti i candidati – ha scritto – sono legatissimi a Berlusconi e tuttavia credo che saranno costretti, già da subito, e comunque ove vincessero, a non schierarsi con lui e a causare così la sua rovina e la perdita dell’enorme potenziale di cambiamento che il Pdl ha accumulato dal 1994 e può oggi esprimere (…) Perché la verità è che qui le leggi le violano tutti, dalle aziende, che sono costrette a farlo per necessità, o non avrebbero margini, alla magistratura e alle polizie che, salvo le eccezioni, speculano in massa sui ruoli perché vogliono anche loro addentare la vita.


Insomma, comunque sia, si era capito subito che la showgirl aveva qualcosa che non andava e che necessitava di aiuto, e la cosa più importante è che è stata anche lei stessa a capirlo. Sara inizialmente aveva deciso di rifugiarsi nella fede andando a Medjugorje, ma infine ha optato per unricovero in clinica
Ora ci arrivano finalmente notizie sulla Tommasi dalla sua pagina Facebook ufficiale, dove è stato postato

“Sara sta molto meglio, è in netta ripresa, mangia e ha messo su qualche chiletto, ragiona bene, è serena e tra qualche giorno i medici la dimetteranno dalla clinica dove è ricoverata. Poi toccherà a lei cambiare vita e dimenticare certe abitudini nocive… State tutti tranquilli… il peggio è passato… Grazie”