Regione Toscana, Sistema Coop e Monte dei Paschi, Patronati e autorità giuridiche varie.

Ancora sulla vicenda Monte dei Paschi, stiamo vedendo la conferma del crollo a
capofitto di questo Sistema asfissiante di controllo politico e sociale, con l'ausilio di Autorità legali che sembrano ignare delle tante situazioni cui assistiamo giornalmente. Lo ripeto, è il Sistema di controllo attuato dalla morsa feroce degli uomini del Partito Comunista prima e dei suoi seguaci e successori poi, fino ad oggi, che ormai sta per crollare.
Sta per crollare e dovrebbe già essere crollato da tempo, invece, come una Araba Fenice, puntualmente, inflessibile ad ogni disastro, ad ogni fallimento morale e sociale, prima che economico e finanziario, resta in piedi, risorgendo continuamente dalle sue ceneri fumanti.

Ho una spiegazione sola: la gente crede che questo sistema in cui è nata e vissuta, sia il migliore, quello che ha comunque funzionato meglio o meno peggio, e non si rende conto degli sprechi enormi, dei fallimenti e buchi clamorosi cui è sogggetto (basta ricordare il buco da 15o milioni di euro della Asl Massa, il MPS e Siena, la vicenda delle Coop, Consorzio Etruria, Caserma dei Marescialli, la Multisala, emblematica per capire i rapporti di potere, spartiti in maniera certosina e tante altre, inutile farne l'elenco), anche perché, alla fine si ha l'impressione che tutto finisca in un limbo da cui niente esce più fuori in modo chiaro per il cittadino e per le persone prima ancora.
Prendiamo la vicenda della Pontello e compagnia: chiedete a un passante che fine ha fatto quell'imprenditore, nato sotto una famiglia iper comunista, che faceva affari con tutti, grande amico di Verdini che sembrava essere il più grande tramestatore del mondo. Sembrava, ma per noi era solo un imprenditore che faceva gli interessi della sua azienda, come abbiamo visto in migliaia di casi (Fusi, perché le importa chi vince le elezioni? era la domanda incomprensibile tipica di certi giornalisti e magistrati, che sembrano ignorare ogni principio della psicologia cognitiva e comportamentale),
Bene, della vicenda Fusi, abbiamo visto che non è finito nemmeno ai domiciliari, era solo una delle tante figure di riferimento di altre vere figure che comandano veramente, perché detengono le vere redini del potere e Fusi ce l'ha fatto vedere, non potendo e volendo resistere ad essere scavalcato da altee aziende romane nella progettazione e realizzazione dell'Auditorium. 
Tutto si è mosso, ma alla fine, ogni tessera è rientrata al suo posto, come sempre accade da 65 anni nella asfittica illiberale Regione Toscana, quella governata dall'ex rilanciatore della Questione Morale, (Berlinguer), che naturlamente la rilanciava contro i democristiani, ovvio.

Inutile parlare dei Sindacati, Patronati, Camere del lavoro, Uffici per l'Occupazione e compagnia cantante, tutte macchine gestite dalla politica e che schiacciano la volontà del singolo.