Berlusconi vicino al baratro: una fronda interna può abbandonarlo al suo destino. Pronto a Novembre il Fritto Misto, forse Monti bis.

Non ci vuole Bisignani a convincerci che per Berlusconi si aprirà inevitabilmente
il baratro entro pochi mesi e vi spieghiamo esattamente cosa si cerca di scongiurare da entrambe le parti, con la mediazione di chi presiede per indicazione proprio del Berlusconi. Si, perché come già spiegato, quelli della politica mica sono scemi: già da tempo si stanno preparando a stabilire mosse e contromosse per far fronte alle condanne del Berlusconi e quindi alla possibilità di un nuovo governo (che sgomenta gli stessi personaggi della PdL).

Allora: tanti piccoli processi che conducono in un tempo inferiore ai 5 anni a una sommazione di pene e alla perdita dei benefici della condizionale (appunto di non ripetere gli stessi reati). 
Quindi, entro pochi mesi, (a proposito, che fine ha fatto la storiella dell'occhio del Berlusconi? Secondo voi, avrebbero fatto altrettanto con il barbone di piazza Garibaldi?), il Berlusconi incasserà un'altra sentenza di colpevolezza e a quel punto in parlamento si dovrà votare per la sua carcerazione. 
Quindi si dirà, basta che il Pd, Vendola e il M5S, tengano fede ai loro propositi, per determinare l'autorizzazione a procedere e quindi per iniziare la parabola che porta alla fuga del Berlusconi e dei suoi fedeli e sodali (penso a Emilio, ma anche a tanti altri), magari proprio nel complesso turistico acquisito un paio di anni fa.
Ma occhio, qui viene la prima novità: il Pd non voterà compatto, in quanto una linea con Violante, e altri, si asterrà o voterà contro l'arresto, mentre una parte minoritaria sarà favorevole.
Ma allora, come si raggiunge la maggioranza assoluta dei votanti? Semplice, con la richiesta del voto a scrutinio segreto, e con il golpe silenzioso e vigliacco di una piccola ma nemmeno tanto, fronda interna, che farà pendere la bilancia per la fine di Berlusconi, con la sorpresa anche degli uomini e donne del Pd (-L).
Free Image Hosting at www.ImageShack.us
A quel punto, il parlamento non si scioglierà, ma ci sarà un nuovo governo, subito pronto per essere investito dal PdR, fatto del solito Fritto Misto di paranza, con tecnici e presunti tali, politici del PdL e del Pd. Sel e Monti staranno alla finestra, mentre il M5S continuerà la sua estenuante, quanto resa inutile battaglia di opposizione totale e senza quartiere, non convincendosi che dentro l'Establishment non puoi lottare contro tutti con solo 120 parlamentari, quando ne hai contro 700.

Oh, siete avvisati eh?  al.