Concita De Gregorio, pane quotidiano della vanità progressista.

La perfetta incarnazione della professoressa democratica, regina dolente del ceto medio riflessivo e della correttezza politica, Madame Bovary del progressismo finto sexy,
 Aldo Grasso stronca Concita De Gregorio e il suo programma tv “Pane Quotidiano” in onda su Rai3 e dedicato ai libri. Stroncatura alla Grasso.
“Inutile affannarsi troppo a recuperare, dopo cinque puntate l’autorevolezza di Pane quotidiano è già crollata sotto zero. Infatti De Gregorio ha fornito l’esempio perfetto di cosa sia la cultura italiana al suo peggio: uno scambio di cortesie tra vicini di scrivania. Che si recensiscono e si invitano a vicenda tutto l’anno. [...]  Sempre le stesse facce, in tour permanente, appartenenti al «giro giusto». Dunque sappiamo cosa aspettarci da Pane quotidiano : la stessa zuppa cucinata (molto meglio) dal maestro di cerimonie Fabio Fazio a Che tempo che fa”.